Consapevolezza

Dal momento che ci sono sempre più occasioni nelle quali condividi i tuoi dati personali nella vita di tutti i giorni, è importante che tu sia consapevole di quello che stai condividendo e con chi, di come vengono o non vengono utilizzate le tue informazioni e di come vengono tutelate.

Perché condividiamo i dati personali?

La condivisione delle informazioni permette alle persone che fanno parte delle nostre vite di interagire con noi in modo più significativo. Anche il rapporto con aziende, organizzazioni e istituzioni può trarre beneficio dalla condivisione di alcune informazioni personali. Condividere i dati con amici e familiari può aiutarti a creare e rafforzare queste relazioni, mentre condividerli con un'azienda può aiutarla a fornirti un servizio migliore o a coinvolgerti negli argomenti che potrebbero interessarti.

Sei tu a dover decidere se condividere i tuoi dati personali in base a quanto sono effettivamente utili i diversi servizi che usi.

Sei tu a dover decidere se condividere  i tuoi dati personali in base a quanto sono effettivamente utili i diversi servizi che usi.

Quando esegui un'azione, online o offline, che si tratti dell'aggiornamento del tuo stato su Facebook o dell'acquisto di un biglietto aereo, stai condividendo delle informazioni che, in caso di consenso specifico, possono consentire di delineare una certa immagine di te. Elementi come il nome o l'indirizzo e-mail possono aiutare i fornitori di servizi a raggiungerti o a confermare la tua identità per consentirti di effettuare un login sicuro. Termini di ricerca, "Mi piace", pubblicazione di foto o commenti possono permettere di delineare un quadro dei tuoi interessi e aiutare i fornitori di servizi a ricordare le tue preferenze personali per offrirti un'esperienza personalizzata.

In molti casi, le informazioni personali che condividi vengono raggruppate insieme a quelle di altre persone per creare un gruppo di persone non singolarmente identificabili ma che hanno gli stessi potenziali interessi . Queste informazioni aggregate possono essere usate anche per offrire un'esperienza potenzialmente più interessante per te e per gli altri. Ad esempio, se un sito Web di sport sa che il 70% dei suoi visitatori è interessato al calcio e solo il 10% all'ippica, può pubblicare più articoli relativi al calcio.

Understand Middle

Scopri quali dati personali condividi e con chi

La condivisione dei dati personali non si limita alle tue attività online. La maggior parte dei servizi di cui le persone usufruiscono regolarmente - non solo i servizi online, ma anche l’acquisto in un negozio, la visita ad una banca locale o il check in presso un albergo - usa alcuni dei dati delle persone che si servono di questi servizi. Ecco alcuni esempi dei tipi di informazioni che potresti condividere se usi questi servizi: nome e cognome, indirizzo, contatti telefonici ed e-mail, prodotti acquistati, interessi, i luoghi che frequenti o in cui ti trovi, etc. Tieni presente che il miglior modo per capire cosa stai condividendo è controllare le informative sulla privacy dei diversi servizi che usi.

Facebook

Facebook riceve una serie di dati personali, comprese le informazioni che condividi quando ti iscrivi al nostro servizio, altre informazioni che tu e le altre persone scegliete di condividere e ulteriori informazioni sulle attività che svolgi su Facebook. Per maggiori  informazioni, puoi consultare le nostre regole sull'utilizzo dei tuoi dati personali.

Motori di ricerca

Molti motori di ricerca raccolgono informazioni sulle ricerche che esegui e sulle azioni che svolgi attorno a queste ricerche, come ad esempio i link su cui clicchi. A seconda delle regole adottate dal motore di ricerca, potrebbe memorizzare queste informazioni o raccogliere altre informazioni che ti riguardano. Il miglior modo per capire cosa stai condividendo è controllare le regole  sulla privacy del motore di ricerca.   Ecco i link alle regole sulla privacy di alcuni dei principali motori di ricerca: BingDuckDuckGo, GoogleYahoo!, .

Banche/carte di credito

Le informazioni di cui una banca dispone su di te dipendono dal tipo di servizi bancari che usi. Ad esempio, se usi una carta di debito o credito con il tuo conto corrente, la tua banca riceve informazioni su tutti i tuoi acquisti con quella carta, ovvero su cosa hai comprato e dove lo hai fatto.  Lo stesso vale per la tua carta di credito. Pensa ai diversi modi in cui usi questi servizi e, se desideri ricevere maggiori informazioni, contatta la tua banca o il gestore della tua carta di credito. Leggi con attenzione l’informativa sulla privacy o la privacy policy dei titolari del trattamento o rivolgiti direttamente a loro; le informazioni dovrebbero essere disponibili anche sul relativo sito Web.

Supermercati e catene commerciali

Spesso le catene commerciali attivano carte fedeltà con cui raccogliere le informazioni necessarie per offrirti sconti e buoni acquisto. Oltre alle informazioni che condividi al momento dell'iscrizione, il negozio, se hai espresso l’apposito consenso al trattamento dei dati per finalità di marketing o per la profilazione, potrebbe tenere traccia dei prodotti che acquisti. Molti negozi hanno proprie informative sulla privacy che ti aiutano a capire che tipo di informazioni potresti condividere con loro e come potrebbero essere usate

Shopping online

Quando fai degli acquisti online, i negozi in cui effettui gli acquisti o altre aziende con cui collaborano potrebbero raccogliere informazioni sulle pagine che visiti oltre ai dati che condividi con loro, come ad esempio il numero di carta di credito, l'indirizzo, ecc. Potrebbero anche tenere traccia degli articoli che visualizzi nei loro negozi online, anche se non li acquisti. Ad esempio, se inserisci un articolo nel carrello ma non concludi l'acquisto, potrebbero offrirti uno sconto se torni sul sito Web per completare l'acquisto.

Scambio di dati personali tra società diverse

Oltre alle aziende con cui interagisci direttamente, ce ne sono altre che potrebbero memorizzare i tuoi dati personali ricevuti da altre aziende o a cui li potrebbero vendere. Puoi chiedere alle aziende e ai fornitori di servizi di tuo interesse se vendono i tuoi dati personali ad altre società e, in caso di risposta affermativa, cosa fare per mantenerne il controllo. In altri casi, un'azienda o un fornitore di servizi potrebbe non vendere le tue informazioni, ma lavorare con un partner terzo per avere più informazioni su di te in base ai tuoi interessi e attività, senza consentire al partner terzo di vendere quelle informazioni o aggiungere tutte le tue informazioni al suo profilo.

Molte aziende ti indicheranno nei loro regolamenti sulla privacy o in un documento simile quali dati personali raccolgono su di te, chi li vedrà e come li useranno. Le aziende che forniscono servizi online rendono generalmente disponibile questo documento sul loro sito Web, mentre potresti doverlo richiedere per aziende di altro tipo.

Sei tu a poter decidere se utilizzare o meno un servizio comparando la qualità del servizio ricevuto rispetto alle preoccupazioni che potresti avere relativamente alle informazioni che stai condividendo.

Cosa è veramente importante per te?

Sei la persona migliore per determinare quanto sono effettivamente importanti per te i diversi servizi che usi. Il loro valore può corrispondere semplicemente ad un buono acquisto per il tuo negozio preferito o alla possibilità di fare il check-in anticipato per un volo. Può trattarsi anche di un valore più soggettivo, come la capacità di ottenere risultati più rilevanti quando usi un motore di ricerca, ricevere una notifica quando un amico compie gli anni o avere aggiornamenti sugli argomenti che potrebbero interessarti di più.

In altre parole, quasi 3 miliardi di persone usano Internet ogni giorno. Se tutti noi vedessimo le stesse informazioni dopo aver visitato gli stessi siti, le nostre rispettive esperienze online sarebbero davvero frustranti. Allo stesso modo, ad esempio, se le catene commerciali non tenessero traccia dei prodotti acquistati dalle persone, potrebbero non essere in grado di prevedere la domanda e assicurarsi di avere i prodotti che desideri in magazzino. Sei tu a poter decidere quanto è importante la qualità dei servizi che ti vengono forniti e valutare i rischi a cui esponi le  informazioni che stai condividendo. Tieni presente che alcuni servizi potrebbero non funzionare così bene se scegli di non  dare alle imprese il consenso all’utilizzo di alcuni tipi di informazioni personali.

Understand Bottom

Le tecnologie di raccolta dati

Vengono usate svariate tecnologie, online come offline, per raccogliere e condividere i dati.

Cookie

I cookie sono file di piccole dimensioni posizionati sul tuo browser o dispositivo dal sito Web che stai visitando o dall'inserzione che stai visualizzando. In molti casi, puoi controllare se i cookie vengono posizionati nel tuo browser mentre usi Internet. Puoi consultare qui le regole generali stabilite dal Garante per la protezione dei dati personali per impedire l’utilizzo dei cookies per la profilazione senza il tuo consenso

Tag pixel

I tag pixel (chiamati anche GIF o semplicemente pixel) sono piccoli blocchi di codice presenti sulle pagine Web che consentono ai siti Web di svolgere attività come leggere e posizionare cookie. I tag pixel dicono al tuo browser Web di connettersi a un altro sito Web e vengono usati per attività come il calcolo del numero di persone che visitano un determinato sito nel corso del tempo e l'individuazione dei contenuti visti.  Come avviene per tutti gli altri strumenti di connessione del Web, il tuo browser invierà alcuni dati ai server che usano i tag pixel, come il tuo indirizzo IP, il tipo di browser usato e i tuoi cookie con riferimento a quel server.

Memorizzazione locale

La memorizzazione locale è una tecnologia che consente a un sito Web o un'applicazione di memorizzare e recuperare dati sul computer, telefono cellulare o altro dispositivo di una persona. Alcuni esempi includono i cookie, il caching su dispositivo e la memorizzazione locale HTML5. La maggior parte dei browser Web offre impostazioni che consentono di controllare se consentire certi tipi di memorizzazione locale.

Plug-in

I plug-in (a volte chiamati "widget") sono strumenti che altri siti Web possono usare per fornire alle persone esperienze personalizzate e social. Ad esempio, puoi usare i plug-in social di Facebook per condividere le esperienze che vivi fuori da Facebook – ma sempre su un sito Web o applicazione -  con i tuoi amici e altre persone su Facebook.

GPS

I dispositivi mobili, ad esempio il tuo smartphone o tablet, possono usare con il tuo consenso il GPS e altre tecnologie di localizzazione per sapere dove ti trovi, in generale (la città in cui ti trovi) o in modo preciso (l'indirizzo in cui ti trovi).  È possibile usare i dati GPS in molti modi, ad esempio quando usi un navigatore, che sia un'applicazione o il servizio offerto dalla tua auto, oppure per mostrarti contenuti rilevanti in base alla tua posizione attuale su un'applicazione di viaggi.

Identificativi dei dispositivi mobili (smartphone, tablet, laptop…)

Molti smartphone e altri dispositivi mobili sono dotati del cosiddetto "identificativo del dispositivo" associato esclusivamente al tuo dispositivo, allo stesso modo in cui un numero di telefono è associato al tuo telefono.  Molti dispositivi mobili ti consentono di controllare e di limitarle tramite le impostazioni la possibilità per le aziende di usare questi identificativi per profilare l’utente e per inviargli pubblicità.